Finance

Nasce Ariel Green, un brand per spingere le assicurazioni nel mondo delle rinnovabili

La divisione di Ariel Re punta sulla formula, già collaudata, della Technology Performance Insurance.

Pubblicato il 12 Set 2023

Il contributo del settore assicurazioni è sempre più cruciale per l’avanzata delle rinnovabili su scala globale, specialmente quando si parla di grandi impianti, che possono comportare costi e rischi importanti per gli investitori. In questo senso va vista la mossa di uno dei grandi nomi del settore assicurazioni a livello globale, Ariel Re, che ha deciso di rilanciare la sua divisione Clean Energy con il nome di Ariel Green, riconoscendo il ruolo sempre più cruciale della Technology Performance Insurance.
Le polizze Technology Performance Insurance proteggono dalle carenze di produzione causate da guasti tecnologici, consentendo ai produttori di emettere garanzie a lungo termine e ai progetti di energia pulita di assicurarsi i finanziamenti, così da essere effettivamente costruiti e operare con profitto. Ciò consente ai fornitori di capitali a basso costo di gestire il rischio di aggregazione nelle tecnologie commercializzate e di partecipare a progetti innovativi senza vedersi costretti ad applicare un premio di rischio.
In questi anni (per la precisione dal 2016) Ariel Re ha assicurato attività per 30 miliardi di dollari in sei continenti, coprendo oltre 30 tecnologie energetiche pulite. Questo traguardo include oltre 100 GW di garanzie solari, un traguardo raggiunto quest’anno. Negli ultimi sette anni, questo business di nicchia ha registrato una forte crescita, espandendosi con in un’ampia gamma di progetti di energie rinnovabili e pulite, tra cui l’energia solare, l’accumulo di energia, i biocarburanti, la termovalorizzazione, l’idrogeno e le celle a combustibile.

Il ruolo della Technology Performance Insurance

“Soprattutto nell’attuale mercato con alti tassi di interesse, riteniamo che l’assicurazione sulle prestazioni offra ai produttori e agli sviluppatori di tecnologie un potente elemento di differenziazione che può aiutarli a rassicurare gli investitori, a ottenere finanziamenti a condizioni migliori e ad aumentare la velocità di immissione sul mercato”, ha dichiarato Jan Napiorkowski, amministratore delegato di Ariel Green. “Il nostro nuovo marchio ci consentirà di comunicare più efficacemente con i mercati più ampi dell’energia pulita – ha aggiunto Napiorkowski – . Nonostante il successo ottenuto finora, riteniamo di stare solo scalfendo la superficie, poiché molte aziende tecnologiche, sviluppatori di progetti e investitori non conoscono ancora la Technology Performance Insurance e il modo in cui può aiutarli a garantire le garanzie, ad assicurare il finanziamento di progetti o a consentire fusioni e acquisizioni”.

WHITEPAPER
Finanza sostenibile: gli investimenti e il ruolo delle banche
Contabilità
Controllo di gestione
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4