Iniziative

Enea promuove la nascita di un Osservatorio sulle Comunità energetiche

L’obiettivo è quello di fornire supporto alle amministrazioni locali e ai cittadini in tutte le fasi di realizzazione e gestione

Pubblicato il 18 Ago 2023

La nascita e la gestione delle Comunità energetiche rinnovabili, nonostante la grande attenzione riservata a questo modello dagli operatori del settore, è tutt’altro che semplice. Non a caso attualmente i numeri sono limitati: in Italia sono attive circa 54 comunità di autoconsumo, di cui 17 sono CER e 37 sono gruppi di autoconsumo collettivo. Inoltre, circa un centinaio di comunità ha presentato domanda di riconoscimento. La potenza complessiva installata di questi gruppi è di circa 1,5 MW, con la maggior parte degli impianti attivi nel nord Italia. L’obiettivo per il 2026 è raggiungere una potenza installata di 5 GW per le CER, che potrebbero superare i 7 GW entro il 2030, coprendo così circa il 10% degli obiettivi nazionali per il 2030. Si tratta di target numerici che sono estremamente difficili da raggiungere per il nostro Paese. In quest’ottica Enea ha promosso un apposito Osservatorio, che promuove lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovali (CER), fornendo supporto alle amministrazioni locali e ai cittadini in tutte le fasi di realizzazione e gestione.

Creato presso i laboratori ENEA nel polo dell’innovazione “Kilometro Rosso” a Bergamo, l’Osservatorio ENEA opera in quattro ambiti principali: economico-finanziario, regolatorio e amministrativo-legale, acquisizione-gestione dati e informazione al pubblico.

L’Osservatorio fa riferimento a un apposito network, composto da circa quaranta membri tra istituti di ricerca, enti locali, associazioni, aziende e professionisti, si propone di creare una roadmap nazionale per lo sviluppo delle CER e di identificare le criticità presenti lungo l’intera filiera, a livello nazionale, locale e individuale. L’Osservatorio collaborerà con le istituzioni per facilitare l’adozione di politiche abilitanti che favoriscano le comunità energetiche, anche attraverso l’implementazione di specifici provvedimenti legislativi e amministrativi.

Un aiuto per la decarbonizzazione

L’Osservatorio ENEA CER è parte integrante del Piano Triennale 2022-2024 della Ricerca di Sistema Elettrico, nel progetto “Tecnologie per la penetrazione efficiente del vettore elettrico negli usi finali, WP1 Comunità Energetiche Smart”.

WEBINAR
18 Aprile 2024 - 12:00
Ridare valore ai prodotti e aumentare la reputation: scopri i vantaggi del Remanufacturing
Industria 4.0/5.0
Automazione industriale

“Sebbene siano oggi le vere protagoniste dei nuovi scenari energetici, le CER sono ancora caratterizzate da un alternarsi di luci e ombre, entusiasmi e perplessità – ha commentato Nicoletta Gozo, ricercatrice della Divisione ENEA di Smart energy -. È evidente – aggiunge – che con le Comunità si aggiungono nuovi potenziali player nel processo che sta traghettando il Paese verso uno degli obiettivi più importanti a livello globale, la decarbonizzazione. Tuttavia, questo risultato rappresenta ancora una sfida che impone un radicale cambiamento nella produzione, gestione e utilizzo dell’energia oltre a capacità di innovazione e resilienza. Un cambio di passo fondamentale per il conseguimento degli obiettivi di transizione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5