Katoen Natie: 5000 m2 di fotovoltaico assicurano la sostenibilità della logistica - Energyup

Fonti Rinnovabili

Katoen Natie: 5000 m2 di fotovoltaico assicurano la sostenibilità della logistica

È entrato in funzione a febbraio di quest’anno un nuovo impianto fotovoltaico da 1 MW, che eviterà l’emissione di 442 tonnellate di CO2 l’anno

12 Apr 2021

Le aziende del settore della logistica, che di norma possono contare su capannoni di grandi dimensioni in cui sono stipate ogni genere di merci, hanno tutta l’opportunità e la convenienza di puntare sul fotovoltaico, che può essere installato sopra i tetti, senza particolari complicazioni di tipo normativo. Così da aumentare la propria indipendenza energetica, ridurre i costi della bolletta ed acquisire un’immagine “green” presso partner e client finali. Lo dimostra il caso di Katoen Natie, multinazionale belga specializzata in soluzioni di logistica e ingegneria, sceglie l’energia solare anche per la sua sede italiana di Cremona.  È entrato in funzione a febbraio di quest’anno, infatti, il nuovo impianto fotovoltaico da 1 MW, già operativo per produrre 1.155 MWh di energia green l’anno. L’installazione, costituita da ben 2.914 pannelli JA SOLAR 345W, con potenza complessiva 1005.33 kWp , che sono stati posizionati sul tetto di un nuovo deposito, per una superficie totale di 5000 m2, la cui copertura non ha subito alcun foro, grazie allo speciale pannello a coda di rondine e al fissaggio innovativo. Il funzionamento dell’impianto è assicurato da 8 inverter SMA SUNNY TRIPOWER CORE2, gli ultimi nati in casa SMA, che  possono contare su una soluzione out the box integrata, che assicura un’assistenza e un’installazione ancora più efficiente

In particolare, l’impianto può contare su SMA SUNNY PORTAL, una soluzione in grado di mostrare sempre e dovunque i dati più importanti dell’impianto, con la possibilità di analizzare i valori di misurazione, oltre che di visualizzare e confrontare in modo chiaro i rendimenti, individuando e risolvendo, in questo modo, anche le più piccole anomalie. E per una maggiore praticità e velocità di rilevazione, l’impianto è gestito dall’installatore attraverso SMA 360°, l’applicazione che consente ai clienti di visualizzare produzione e consumo di energia, avere sotto controllo autoconsumo e prelievo dalla rete direttamente dal proprio smartphone.

L’installazione dell’impianto è avvenuta in soli 23 giorni, consentendo a Katoen Natie di autoprodurre energia pulita, funzionale a soddisfare la maggior parte del fabbisogno energetico richiesto dai 7 sistemi di trasporto penumatico dei polimeri vero i silos, dai processi di lavorazione per il confezionamento dei prodotti sfusi e dalle esigenze dei magazzini e degli uffici – inclusi raffreddamento e rinfrescamento. In questo modo il colosso della logistica avrà la possibilità di ridurre il proprio impatto ambientale di 442 tonnellate di emissioni di CO2 l’anno, risparmiando sui costi in bolletta per un valore pari a 150.000 euro annui. Un’iniziativa, quella italiana, che non è isolata: nei 33 Paesi in cui è presente, il Gruppo investe in energia verde (pannelli solari e turbine eoliche) e nella riduzione di CO2 (veicoli ed edifici), impegnandosi a ridurre l’impatto ambientale in tutte le fasi, dallo stoccaggio alla movimentazione fino alla lavorazione dei materiali, al fine di prolungare la vita delle risorse mondiali e a migliorare l’uso affidabile dell’energia a lungo termine.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

K
Katoen Natie
S
Sma

Approfondimenti

F
fotovoltaico
R
rinnovabili

Articolo 1 di 5