Progetti

Nel Sud Italia nasceranno nove Comunità energetiche sociali

L’iniziativa, promossa e sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD, punta da un lato a sostenere la transizione energetica e, dall’altro, a contrastare il fenomeno della povertà energetica

Pubblicato il 21 Dic 2023

Nel Sud Italia saranno realizzate nove nuove comunità energetiche e sociali. Si tratta di iniziative finanziate con oltre 1,3 milioni di euro dalla Fondazione CON IL SUD, che le ha selezionate attraverso il primo bando dedicato a queste realtà. L’obiettivo è duplice: da un lato favorire la transizione energetica dal basso e, dall’altro, ridurre la povertà energetica in cui vivono le famiglie che si trovano in situazioni di difficoltà economica e sociale.

In particolare il modello seguito dalle comunità energetiche e sociali sostenute dalla Fondazione CON IL SUD prevede l’attivazione di processi dal basso – guidati da organizzazioni di terzo settore con il coinvolgimento di enti pubblici, imprese e cittadini – finalizzati all’installazione degli impianti sui tetti di luoghi di riferimento per la comunità locale (parrocchie, centri di aggregazione o accoglienza per persone fragili, mense Caritas) e all’individuazione del bacino iniziale di aderenti, principalmente persone in condizioni di fragilità socioeconomica. È previsto un iniziale “accompagnamento” da parte di un partner tecnico, incaricato di supervisionare l’installazione dell’impianto fotovoltaico, gestire il delicato bilanciamento tra flussi energetici ed economici e di facilitare il processo di costruzione di “comunità”, in collaborazione con gli enti di terzo settore capofila. Prevista anche una progressiva responsabilizzazione degli aderenti alla comunità energetica e sociale che prenderanno parte attiva nella gestione della stessa, grazie a percorsi di sensibilizzazione, educazione e formazione.

Più nel dettaglio quattri comunità energetiche e sociali saranno avviate in Campania (nei quartieri Poggioreale, Barra e Ponticelli di Napoli e, sempre nel napoletano, a San Giuseppe Vesuviano; nel rione Ferrovia di Benevento); 2 in Sicilia (nella periferia a Sud di Messina e a Regalbuto, in provincia di Enna); 2 in Puglia (nel rione Candelaro a Foggia e, sempre nel foggiano, a San Severo); 1 in Basilicata (ad Anzi, in provincia di Potenza).
Le iniziative coinvolgeranno complessivamente 525 famiglie e circa 50 enti tra organizzazioni di volontariato, parrocchie, cooperative sociali, consorzi, imprese, istituti di ricerca, istituzioni locali, comuni e università.

Il modello delle comunità energetiche sociali

“Con questi progetti proviamo a dare un segnale importante: la transizione energetica e il contrasto della povertà possono avere come protagoniste le comunità locali che, in un’ottica di condivisione e collaborazione, acquisiscono centralità nelle scelte energetiche – ha dichiarato Stefano Consiglio, Presidente della Fondazione CON IL SUD. – Il paradigma di produzione e consumo dell’energia si trasforma così da verticale a orizzontale, generando benefici economici, sociali e ambientali. Un percorso che non può fare a meno dell’educazione energetica, non solo per le nuove generazioni, ma anche per gli adulti, per costruire una maggiore sensibilità verso scelte e consumi più sostenibili e consapevoli. Anche in queste esperienze il Terzo Settore ha un ruolo centrale, per la sua conoscenza dei bisogni e delle potenzialità dei territori e per la sua capacità di farli incontrare per generare sviluppo”.

WHITEPAPER
Cybersecurity e Cloud: ecco come usarli (bene) in ambito Energy & Utility
Utility
PaaS

Per quanto riguarda la ripartizione delle entrate economiche rese possibili dal modello della comunità energetica e sociale, le iniziative finanziate prevedono sia il trasferimento diretto che l’accesso a servizi di prossimità, fornitura di energia o interventi di efficientamento energetico, spesa alimentare o buoni da spendere. In alcuni casi le entrate da incentivi saranno ripartite proporzionalmente all’utilizzo di energia condivisa, remunerando i comportamenti di consumo virtuosi; in altri, verranno distribuiti in quote identiche, o un mix delle due soluzioni.

Per le iniziative selezionate è comunque prevista una valutazione di impatto, che sarà realizzata da Euricse, con l’obiettivo di disporre di un supporto scientifico nel rilevamento degli effetti economici, ambientali e sociali dei progetti selezionati.

Già nel 2021 la Fondazione CON IL SUD aveva sostenuto nella periferia est di Napoli, a San Giovanni a Teduccio, la realizzazione della prima Comunità Energetica e Solidale del Sud Italia, promossa da Legambiente in collaborazione con la Fondazione Famiglia di Maria, il cui tetto della sede ospita oggi un impianto solare da 53 kw.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5