Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Efficienza energetica

Una guida per rendere più efficienti i condomini

Realizzata dall’Enea, la guida offre una serie di consigli utili per ridurre i consumi, agendo sulla leva tecnologica e comportamentale

12 Feb 2020

Una fetta importante dei consumi energetici del nostro Paese avviene all’interno dei circa due milioni di condomini italiani, dove vivono abitualmente 22 milioni di persone. Si tratta di stabili spesso costruiti prima degli anni Settanta, quindi con un’attenzione estremamente bassa al rendimento energetico, dunque esistono notevoli spazi per un efficientamento degli stessi. In questo senso, ENEA e ISNOVA hanno presentato una nuova guida dedicata alla  ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici per amministratori di condominio. L’obiettivo è quello di rendere visibili agli amministratori gli strumenti pratici che consentano scelte informate sulle opportunità di investire in riqualificazione energetica degli edifici, per ridurre gli sprechi e concretizzare il potenziale di efficientamento tecnico-economico esistente.

In particolare, esistono fondamentalmente due leve per ridurre i consumi dei condomini (ma che potrebbero risultare estremamente utili anche ai facility manager delle organizzazioni): il fattore comportamentale e il fattore tecnologico. Per quanto riguarda il primo punto, lasciare le luci accese in ambienti non occupati, tenere accesi i riscaldamenti o il condizionatore quando non necessario, regolare i termostati su temperature eccessivamente elevato o troppo basse, sono infatti tutti fattori comportamentali che hanno un impatto notevole sui consumi energetici.

Il fattore tecnologico riguarda la “qualità energetica” dell’edificio in sè e delle apparecchiature in esso utilizzate. Un buon isolamento termico e impianti e apparecchiature efficienti contribuiscono, a parità di condizioni, a ridurre in maniera considerevole i consumi energetici e ad alleggerire le bollette.  Al primo fattore è legato il tema del risparmio energetico (diminuire gli sprechi), il secondo fattore è collegato al tema dell’efficienza energetica (fare meglio con meno). Utile per gli amministratori di condominio e i professionisti del settore è anche il capitolo “Meccanismi d’incentivazione” dedicato alle detrazioni fiscali (ecobonus, bonus casa, bonus facciate) e agli incentivi che prende in considerazione la totalità delle più recenti novità normative e che, grazie al formato e-book, prevede l’aggiornamento automatico degli eventuali adeguamenti normativi e procedurali.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
ENEA

Approfondimenti

E
ecobonus
E
efficienza energetica

Articolo 1 di 5