Fiere

Transizione energetica e mobilità del futuro al centro della XXI edizione di MECSPE

La principale fiera dedicata alle innovazioni per l’industria manifatturiera torna a BolognaFiere dal 29 al 31 marzo 2023 con un nuovo cuore mostra, tanti convegni e iniziative dedicate alla sostenibilità: dalle energie rinnovabili ai motori elettrici, tutte le soluzioni per aiutare le imprese nella transizione energetica

Pubblicato il 29 Dic 2022

Con un PIL del +3,2% secondo le ultime stime del governo, e i più recenti dati Istat sul fatturato dell’industria, cresciuto a settembre in termini tendenziali del +18%, la manifattura si conferma forza trainante del Paese, nonostante le difficoltà dovute a inflazione e caro energia che il tessuto imprenditoriale italiano si è ritrovato a dover affrontare in questi mesi. Un settore che può contare, per fare fronte a questa crisi, sui fondi del PNRR (per la precisione 13,4 miliardi di euro) destinati alla Transizione 4.0. Il MISE ha infatti già dato accesso, nel corso del 2022, a crediti d’imposta volti a incentivare gli investimenti privati a favore dell’innovazione.

Un rinnovamento che richiede al contempo una attenzione sempre più puntuale all’impatto ambientale per soddisfare gli obiettivi di sostenibilità nazionali ed europei. In particolare, è il settore automotive che si trova di fronte a una grande sfida green, con il target posto dall’Unione Europea di eliminare entro il 2035 tutte le auto diesel e benzina e di rimpiazzarle con quelle a zero emissioni. Una rivoluzione che implica importanti investimenti e innovazioni in campo industriale.

Per aiutare le imprese della filiera a trovare le giuste soluzioni, MECSPE, la principale fiera italiana dedicata all’industria manifatturiera organizzata da Senaf, in programma dal 29 al 31 marzo 2023 a BolognaFiere, dedica il cuore mostra della sua 21ª edizione ai temi della transizione energetica e mobilità del futuro. La sostenibilità in campo industriale è uno dei tre filoni principali, insieme a formazione e innovazione, su cui si dipana il programma di eventi e iniziative della fiera.

In contemporanea a MECSPE si svolgerà METEF, l’expo internazionale dedicata alla filiera dell’alluminio, un comparto centrale per la produzione industriale in chiave sostenibile. Inoltre nel 2023 MECSPE raddoppierà l’appuntamento e si terrà anche a Bari dal 23 al 25 novembre con Focus Mediterraneo presso la Nuova Fiera del Levante, un’edizione dedicata allo sviluppo delle tecnologie 4.0 e una proposta sempre più focalizzata su sostenibilità e innovazione dei processi produttivi.

MECSPE 2023, il focus: energie rinnovabili e motori elettrici

Al centro di un’area espositiva di 2000 mq, esperti, professionisti, imprenditori e personalità istituzionali avranno modo di discutere delle tecnologie e soluzioni per la nuova mobilità, dai veicoli elettrici a quelli a idrogeno, sino ai biocarburanti. I partecipanti potranno visitare unità dimostrative funzionanti, realizzate a cura degli espositori della manifestazione, che mostreranno tecnologie e lavorazioni destinate al settore della mobilità sostenibile dalla progettazione alla produzione, tutto in una logica di circolarità e di ottimizzazione dell’efficienza energetica. Ma non solo. Il dibattito sulle fonti energetiche alternative arriverà a interessare tutta la supply chain attraverso nuove strade più sostenibili e sarà allargato anche a tematiche attuali nell’ambito del settore manifatturiero come il reshoring, il remanufacturing e il metal replacement, con un focus sui nuovi materiali.

WHITEPAPER
[White Paper] I 5 vantaggi di un approccio service-oriented nel manufacturing
Industria 4.0
Servitizzazione

Tutti temi che già interessano le imprese che sempre di più cercano nuove strade per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente: gli ultimi dati dell’Osservatorio MECSPE sul secondo quadrimestre 2022 rivelano infatti che quattro imprenditori su dieci già reputano la propria azienda green e sostenibile. Le principali misure messe in campo sono l’uso di dispositivi a basso consumo energetico (61%), l’acquisto di macchinari efficienti e di nuova generazione (51%), e l’installazione di impianti di produzione d’energia da fonti rinnovabili (42%). E se sono sempre di più le case automobilistiche cercano di adottare nuove vie per la realizzazione di vetture non inquinanti, c’è ancora molto da fare: in Italia parliamo del 4,2% del totale prodotto, una cifra ancora inferiore alla media europea del 20,4%.

La sostenibilità è un elemento imprescindibile per fare impresa

“Nonostante gli sforzi già intrapresi da molte aziende, sono ancora parecchi gli imprenditori che si trovano oggi ad affrontare la transizione energetica, in una fase particolarmente complessa per l’economia. Abbiamo quindi deciso di dedicare a questi temi il cuore mostra di MECSPE, che da anni è polo di riferimento per le nuove tecnologie per l’industria del nostro Paese, con un ricco programma di incontri e iniziative sul tema –  commenta Maruska Sabato, Project Manager di MECSPE  La sostenibilità è un elemento imprescindibile per fare impresa ed è incoraggiante vedere come la consapevolezza green si stia diffondendo nel settore dell’industria, anche perché il legame tra innovazione e sostenibilità è indissolubile per raggiungere gli ambiziosi obiettivi internazionali a difesa dell’ambiente”.

La sostenibilità in campo industriale è infatti uno dei tre filoni principali, insieme a formazione e innovazione, su cui si dipana il sostanzioso programma di eventi e iniziative di MECSPE 2023. In particolare, non mancherà anche nel 2023 Ecofriendly – Io faccio di più, un percorso reale e virtuale tra gli espositori che nelle loro practice aziendali si distinguono per una particolare attenzione all’ambiente con soluzioni nuove e d’ispirazione per i visitatori.

Una novità di questa edizione sarà poi la Green Plastix Arena, un’area in cui le aziende presenteranno le proprie innovazioni basate sul concetto di economia circolare dove la digitalizzazione rappresenta un fattore chiave per l’efficienza della gestione delle risorse. All’interno dell’arena saranno diversi i settori interessati: packaging, food, mobilità e trasporti, medicale/health care, beni di consumo, elettrico ed elettronico.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2