Mobilità

ABB si rafforza nella mobilità elettrica: a San Giovanni Valdarno saranno prodotte le stazioni di ricarica

Grazie all’inaugurazione del suo nuovo stabilimento in provincia di Arezzo, ABB potrà aggiungere alla sua offerta 10.000 unità di ricarica a corrente continua aggiuntive all’anno

23 Giu 2022

Mentre è ancora in corsa un dibattito accanito sulla sostenibilità o meno della mobilità elettrica, ABB ha fatto una scelta ben preciso: la multinazionale dell’automazione ha deciso di consolidare la sua posizione sul mercato dell’e-mobility con l’apertura del centro di eccellenza di San Giovanni Valdarno (Arezzo), che permetterà all’azienda di raddoppiare la sua capacità di produzione di stazioni di ricarica per i veicoli elettrici. In particolare ABB potrà aggiungere alla sua offerta 10.000 unità di ricarica a corrente continua aggiuntive all’anno. Non solo: l’impianto l’impianto sarà adibito a unico centro di produzione per il mercato europeo e il mercato statunitense, oltre che a laboratorio per le attività di ricerca e sviluppo (a cui sono dedicati 3.200 m² dei 16.000 complessivi), che consentiranno all’azienda di ottimizzare l’offerta per proporre ai clienti soluzioni sempre più sostenibili.

Il nuovo sito produttivo sarà di grado di produrre una stazione di ricarica in corrente continua ogni 20 minuti grazie alle sue sette linee di produzione. Le 15 aree di test sono in grado di simulare oltre 400 sessioni di ricarica al giorno, mentre le soluzioni di automazione integrate collegano la produzione all’innovativo magazzino automatico, garantendo un controllo ottimizzato delle scorte, una tracciabilità completa e operazioni efficienti, supportate da AGV e veicoli di movimentazione.

“Siamo impegnati a costruire un futuro a zero emissioni e l’apertura di questo nuovo stabilimento a San Giovanni Valdarno ne è un segno. Il nuovo sito, Centro di Eccellenza mondiale in ambito ABB frutto di un importante investimento, incrementerà la capacità produttiva ma soprattutto darà ulteriore slancio alle nostre attività di ricerca e sviluppo, assicurandoci il consolidamento della nostra reputazione di leader mondiale nelle soluzioni di ricarica per veicoli elettrici: lavoriamo per portare soluzioni di mobilità elettrica per un presente e un futuro sempre più sostenibili”, ha evidenziato Francesco Mennucci, Amministratore Delegato di ABB E-Mobility SpA e Global ABB E-mobility Division Operations & Service Manager.

Un’altra caratteristica di San Giovanni Valdarno è la grande attenzione alla sostenibilità:  oltre ad essere alimentato con il 100% di energia verde da fonti rinnovabili certificate da Enel Green Power, lo stabilimento dispone di un sistema di raccolta dell’acqua piovana (che viene poi destinata all’irrigazione) e di un impianto fotovoltaico che fornisce 720MWh di elettricità (che corrispondono alla mancata emissione di 338 tonnellate di CO₂ all’anno). Inoltre, il 100% degli scarti di produzione viene riciclato.  La distribuzione elettrica del sito è ottimizzata anche grazie ad ABB Ability Energy e Asset Manager, una piattaforma che monitora e gestisce in modo efficiente oltre 9.000 dispositivi in tutta la struttura, tra cui la regolazione termica, l’illuminazione e le unità di trattamento dell’aria, con un potenziale risparmio energetico del 60% rispetto alle soluzioni tradizionali. Sono poi disponibili soluzioni di automazione integrate che collegano l’officina all’innovativo magazzino automatico, garantendo un controllo ottimizzato delle scorte, una tracciabilità completa e operazioni efficienti, supportate da AGV e sistemi di movimentazione.

In occasione dell’inaugurazione è stata presentata ufficialmente Terra 360, una soluzione di ricarica ad alta potenza adatta a tutte le auto elettriche, in grado di offrire una potenza di 360 kW per ricaricare, contemporaneamente, fino a quattro veicoli. “Quando parliamo con i consumatori, la critica che sentiamo muovere più spesso verso i veicoli full electric riguarda la difficoltà di trovare colonnine di ricarica, a fronte di un’autonomia non sufficiente per viaggi lunghi – Ha spiegato Antonio De Bellis, E-mobility Lead Manager – “Con la possibilità di ricaricare fino a quattro veicoli contemporaneamente, a fronte di un ingombro ridotto rispetto alle tradizionali soluzioni di ricarica a corrente continua, Terra 360 punta a superare questi ostacoli. In questo modo, vogliamo sia a rispondere alle esigenze già esistenti, che promuovere l’adozione dei veicoli elettrici da parte dei cittadini”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
ABB

Approfondimenti

M
mobilità elettrica

Articolo 1 di 5