Decarbonizzazione

Eni sceglie Ansaldo Energia per un impegno concreto nella sfida della transizione energetica

Obiettivo della nuova intesa: sviluppare soluzioni tecnologiche per l’accumulo di energia elettrica in modo da superare il limite strutturale di programmabilità e di intermittenza delle fonti rinnovabili e favorirne lo sviluppo

01 Giu 2022
Daniela Gentile, Ansaldo GreenTech; Giuseppe Marino, Ansaldo Energia; Giuseppe Ricci, Eni; Francesco Giunti, Enipower

Sviluppare progetti basati su soluzioni tecnologiche innovative per l’accumulo di energia elettrica, alternative alle batterie elettrochimiche, indispensabili per superare il limite strutturale di programmabilità e di intermittenza delle fonti rinnovabili e favorirne quindi lo sviluppo. È con questo obiettivo che Eni e Ansaldo Energia, player internazionali nella transizione energetica e partner di lunga data, siglano un nuovo accordo di collaborazione.

L’intesa prevede che tali tecnologie, già in fase di studio e sottoposte al processo di technology validation di Eni, siano implementate in sinergia in alcuni siti industriali di Eni e delle sue società controllate in Italia, sfruttando le potenzialità degli esistenti sistemi di produzione e consumo di energia elettrica. Il successo di questa iniziativa rappresenterà un importante passo verso un’economia “net zero carbon”, coerentemente con le linee strategiche delle due società. 

“Le energie rinnovabili, eolico e fotovoltaico, sono soluzioni imprescindibili per il successo della transizione energetica ed Eni sta dedicando grande impegno e risorse per crescere velocemente in questi ambiti e per contribuire a superarne i limiti strutturali ed economici dovuti alla loro discontinuità di produzione – dichiara Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni – Questo accordo rientra nel nostro approccio alla transizione basato sulla leadership tecnologica, sul know how delle nostre persone e sulla capacità di trasformazione ed evoluzione dei nostri siti industriali, per affrontare con successo l’importante sfida della decarbonizzazione”. 

Francesco Giunti, Enipower e Giuseppe Marino, Ansaldo Energia
Francesco Giunti, Enipower e Giuseppe Marino, Ansaldo Energia

Inoltre, “L’iniziativa con Ansaldo Energia si inserisce nella crescita del ruolo di Enipower come erogatore di servizi di rete, sempre più necessari – con il procedere della crescita delle rinnovabili e dell’elettrificazione dei consumi finali – per garantire la stabilità della rete nazionale” aggiunge Francesco Giunti, Amministratore Delegato e Presidente di Enipower. 

“La soluzione tecnologica alla base dell’accordo, alternativa alle batterie agli ioni di litio, è radicata su una forte filiera europea, garantisce un servizio sicuro di accumulo energia di lunga durata, supera gli ostacoli legati allo smaltimento e non presenta problematiche legate a criticità di fornitura” conclude Daniela Gentile, Amministratore Delegato di Ansaldo Green Tech. 

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5