Strategia

Hitachi Energy: con il 100% di elettricità fossil-free, avanti tutta verso la carbon neutrality

Il leader globale tecnologico e di mercato nelle reti elettriche raggiunge il primo obiettivo del suo piano Sustainability 2030 e accelera verso la sfida Net Zero

04 Feb 2022

“100% di energia elettrica da fonti non fossili per le proprie operazioni”. Primo obiettivo raggiunto per Hitachi Energy nella cornice del Piano di Sostenibilità con cui l’azienda punta alla neutralità carbonica nelle operations entro il 2030, in linea con la mission “Promuovere un futuro energetico sostenibile per tutti”. Basata su quattro pilastri – Pianeta, Persone, Pace e Partnership – la strategia si rifà agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (o SDGs), con un focus particolare su 8 di questi che indirizzano il business a creare valore ambientale, sociale ed economico, in altri termini ESG.

“Con il 100% di elettricità fossil-free, – afferma Claudio Facchin, CEO di Hitachi Energy – abbiamo ridotto le emissioni equivalenti di oltre il 50%”, il che corrisponde ad un taglio di circa 175.000 tonnellate di CO2, e quindi alla rimozione di 35.000 auto dalle strade. “La sfida Net Zero – continua Facchin – è globale e bisogna agire ora, innovando e collaborando tra paesi, industrie e società. Con clienti, partner e stakeholder facciamo progredire il sistema energetico mondiale verso una maggiore sostenibilità, flessibilità e sicurezza”.

Per raggiungere l’indipendenza dai combustibili fossili nelle proprie operation – e a supporto degli obiettivi di neutralità carbonica del gruppo Hitachi – l’azienda ha avviato una serie di iniziative, tra cui progetti di auto generazione di elettricità da fonti prive di emissioni, come per esempio l’installazione di tetti a pannelli solari combinati con le soluzioni digitali e-meshTM per risorse energetiche distribuite che massimizzano l’efficienza energetica e minimizzano le emissioni di CO2.

Nella sua fabbrica di Zhongshan in Cina, l’azienda genera circa il 20% del consumo di energia dai pannelli solari. Nel suo primo anno di attività, ci si aspetta che l’energia prodotta dalla fabbrica raggiunga 1.510 megawatt all’ora (MWh), contribuendo alla riduzione delle emissioni per oltre 1.000 tonnellate. Per raggiungere il 100% di elettricità prodotta da fonti non fossili, Hitachi Energy è anche passata a tariffe verdi, ha comprato Certificati di Attribuzione dell’Energia (EACs) e firmato Accordi di Acquisto di Energia (PPAs) nelle sue operation e sedi in 90 paesi.

Guardando al futuro, Hitachi Energy è pronta a investire continuativamente nel suo percorso verso la carbon-neutrality incrementando ulteriormente l’efficienza energetica, oltre ad elettrificare le proprie operazioni. A Ludvika, in Svezia, l’azienda usa solo energia rinnovabile generata dall’idroelettrico e da pannelli solari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5