Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Sustainability

Sostenibilità delle imprese: SAP e Accenture e il Global Compact delle Nazioni Unite

Il Sustainable Development Goals o SDG dell’ONU offre un approccio fortemente orientato ai risultati, in linea con le esigenze delle aziende che mirano a diventare imprese sostenibili. Il ruolo e l’impegno di SAP e Accenture, per sostenerle i processi di integrazione della sostenibilità e per misurare e monitorare le performance di questo percorso

31 Gen 2020

SDG Ambition è un progetto di impatto globale che invita le aziende a integrare gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals o SDG) all’interno del proprio core business. E’ stato Antonio Guterres, segretario generale dell’ONU, nonché presidente del Consiglio del Global Compact, a lanciarla durante il World Economic Forum a Davos. Sostenuta da SAP e Accenture, questa iniziativa intende fornire alle aziende il quadro organizzativo necessario a sostenerle nel processo di integrazione della sostenibilità e degli SDG nelle proprie attività, nonché a misurare e monitorare la loro performance.

“La comunità imprenditoriale non si sta muovendo alla velocità e nella misura sufficiente per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Questi obiettivi non si tramuteranno in realtà senza una maggiore intraprendenza e una più profonda integrazione da parte delle aziende a livello mondiale. La nostra speranza è che SDG Ambition stabilisca per l’intera comunità imprenditoriale nuovi standard più audaci e strategici per la realizzazione del mondo che desideriamo” dichiara Lise Kingo, amministratore delegato e direttore esecutivo del Global Compact delle Nazioni Unite.

L’ONU esorta le imprese alla sostenibilità

Il Global Compact delle Nazioni Unite è un’iniziativa del segretario dell’ONU che affianca le aziende nell’allineare operazioni e strategie ai dieci principi universali nell’ambito di diritti umani, lavoro, ambiente e lotta alla corruzione. Lanciato nel 2000, guida e sostiene la comunità imprenditoriale globale nella promozione degli obiettivi e dei valori delle Nazioni Unite attraverso l’adozione di pratiche aziendali responsabili. Con oltre 10.000 aziende e 3.000 firmatari non commerciali in oltre 160 paesi e 68 network locali, rappresenta il più grande piano di sostenibilità aziendale al mondo.

Per spostare il pianeta verso la sostenibilità e raggiungere i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) entro il 2030, servono azioni urgenti, scalabili e multi-stakeholder che accelerino notevolmente i progressi. Le aziende devono prendere una posizione chiara e dimostrare una leadership audace per trasformare i modelli di business e le economie in modo da diventare più giuste e inclusive.

Questa è la linea di partenza di SDG Ambition, la cui implementazione sarà guidata dai network locali del Global Compact delle Nazioni Unite, presenti in oltre 60 paesi. L’obiettivo è coinvolgere più di 1.000 aziende di diversi settori in oltre 40 paesi per indirizzare i loro sforzi sul tema della sostenibilità verso modelli di business e strategie ad alto impatto.

ONU, SAP e Accenture insieme per accelerare lo sviluppo sostenibile delle imprese

“È giunto il momento di un maggiore coinvolgimento e intervento” afferma Julie Sweet, Chief Executive Officer di Accenture. Infatti, secondo recenti studi condotti da Accenture e dal Global Compact delle Nazioni Unite, soltanto il 21% degli amministratori delegati ritiene che l’imprenditoria stia contribuendo in maniera determinante al raggiungimento degli SDG.

“SDG Ambition fornisce una risposta coraggiosa e concreta a questo impellente invito all’azione e noi siamo orgogliosi di affiancare l’ONU e SAP per consentire all’innovazione e alle tecnologie più avanzate di contribuire a risolvere le criticità su scala mondiale e con la dovuta rapidità” conclude Sweet.

Mobilitare l’industria allo sviluppo sostenibile è la filosofia che accomuna anche SAP. “Stimolando i nostri ecosistemi globali e coniugando i rispettivi ambiti di competenza, possiamo responsabilizzare le aziende di tutto il mondo all’utilizzo della tecnologia ‘a fin di bene’ e fornire loro gli strumenti necessari per accelerare il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile” conclude Jennifer Morgan, co-amministratore delegato di SAP.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5