Evento

Trentunesima edizione di FPA: il digitale per la ripresa e lo sviluppo del Paese

Quest’anno sono due gli appuntamenti previsti, a luglio e novembre, per discutere di come solo dall’innovazione digitale di imprese e pubbliche amministrazioni e da una nuova vitalità imprenditoriale, può passare la via della ripresa del nostro Paese dopo gli effetti catastrofici causati da Covid-19

10 Apr 2020

Nonostante gli effetti catastrofici causati dalla pandemia globale da nuovo Coronavirus (Sars-CoV-2), il nostro Paese non si ferma, anzi continua il percorso di innovazione intrapreso se fa rete, se i suoi innovatori si incontrano, si confrontano, si scambiano esperienze e progettano il futuro. E’ da questo presupposto e call to action che Forum PA torna con l’appuntamento annuale sulla politica industriale per l’innovazione, con ben due occasioni di incontro tra amministrazioni e imprese che stanno affrontando la crisi e che proprio a partire dall’innovazione vogliono reagire. Il primo evento si svolgerà online a luglio e si occuperà della trasformazione digitale per la resilienza; il secondo evento fisico è in programma invece a novembre e vede l’innovazione e la coesione sociale come leve per un “Restart Italia”.

Secondo Andrea Rangone, CEO del Gruppo Digital360 “Solo dall’innovazione digitale di imprese e pubbliche amministrazioni e da una nuova vitalità imprenditoriale, può passare la via della ripresa del nostro Paese. FORUM PA 2020 rappresenta una grande occasione di confronto sulle politiche industriali dell’innovazione per reagire all’emergenza attuale e guardare al futuro, con il compito strategico assegnato alla PA di essere veicolo dello sviluppo”.

Le PA trainano l’innovazione per reagire al Covid-19

Anche in questo momento di difficoltà, la Pubblica Amministrazione ha dimostrato la sua capacità di affrontare l’emergenza con soluzioni altamente innovative, a partire dalla massiccia adozione dello smart working come modalità ordinaria di lavoro (secondo Funzione Pubblica, una media del 69% del personale di Regioni e Province autonome è già in lavoro agile) e dall’estensivo ricorso alla didattica a distanza (il Decreto “Cura Italia” prevede uno stanziamento di 85 milioni per questo anno scolastico).

WHITEPAPER
Smart Grid: qual è l’impatto della generazione distribuita sulle reti intelligenti?
Networking
Utility/Energy

Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA conferma il costante impegno della società nel promuovere l’innovazione della PA in un contesto di sviluppo sostenibile del Paese e che, soprattutto in questo momento di difficoltà, concentra tutte la sue forze per sostenere il Paese che vuole ripartire. L’idea ora è quella di costruire un percorso di avvicinamento ai due eventi portanti della trentunesima edizione. Si chiama #Road2ForumPA2020 e vede la partecipazione di enti pubblici, amministrazioni e aziende più innovative, per imparare dalle esperienze e progettare insieme una nuova Italia. In programma: attività di formazione, momenti di confronto, webinar, interviste, magazine d’informazione e il “diario” quotidiano della Pubblica Amministrazione.

Per ripartire, il Paese ha bisogno di innovazione e collaborazione

FORUM PA 2020 – Resilienza digitale” si svolgerà virtualmente nella settimana dal 6 all’11 luglio, con momenti formativi, tavole rotonde, speech di personalità italiane ed internazionali, interventi del Governo centrale, dei governi regionali e delle amministrazioni locali sul ruolo e l’importanza del digitale per la resilienza nei settori del lavoro, dell’industria, della formazione, della sanità e della coesione sociale per fronteggiare l’emergenza.  Al centro del dibattito: la trasformazione digitale per la coesione nazionale, il digitale per il lavoro, l’infrastruttura tecnologica, l’uso pubblico dei dati, i pagamenti digitali e l’e-commerce, la cyber security e la privacy, l’e-health, la scuola digitale, le competenze digitali, la tutela della capacità produttiva, il digitale per lo sviluppo sostenibile. Potete recuperare maggiori informazioni QUI.

FORUM PA 2020 – Restart Italia” si svolgerà nell’arco di tre giorni dal 4 al 6 novembre presso il Roma Convention Center La Nuvola, con conferenze, workshop, convegni tematici, formazione e intrattenimento, sulle politiche d’innovazione per far ripartire il Paese. Gli argomenti affrontati saranno sostanzialmente tre: la centralità delle persone nella Pubblica Amministrazione, l’impegno per una “Smart Nation” e l’obiettivo italiano ed europeo di un “New Green Deal” centrato sulle politiche d’innovazione per far ripartire il Paese. Qui trovate ulteriori dettagli.

Coesione sociale e trasformazione digitale: le chiavi per affrontare l’emergenza

E’ dalla coesione sociale fatta di confronto e collaborazione e dalla trasformazione digitale inclusiva, democratica e partecipata che si può affrontare e superare l’emergenza. Gianni Dominici, Direttore Generale FPA dichiara che né FPA é il gruppo Digital360 hanno intenzione di fermarsi. Anzi vogliono continuare ad accompagnare gli innovatori “dentro e fuori le amministrazioni pubbliche, in un percorso collaborativo e coraggioso”.

Recentemente anche il Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione ha incitato alla collaborazione con diverse iniziative volte a sostenere adesso e risollevare poi il Paese in tempi rapidi. Si è partiti dall’appello di “Solidarietà digitale” (al quale aderisce anche il Gruppo Digital360) per disporre di soluzioni e servizi digitali fondamentali per continuare a lavorare, studiare e socializzare a distanza; la call “Innova per l’Italia” ha portato aziende, università, enti e centri di ricerca pubblici e privati, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni e istituti a fornire, a collaborare nell’ambito dei dispositivi per la prevenzione, la diagnostica e il monitoraggio; la “fast call” ha invece chiesto a imprese e centri di ricerca app di telemedicina e soluzioni per il monitoraggio attivo del rischio di contagio.

Immagine fornita da Shutterstock.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5