Collaborazioni

Enel-Ansaldo insieme sul nucleare di nuova generazione

Al centro dell’intesa ci sono gli Small Modular Reactor (SMR) e gli Advanced Modular Reactor (AMR)

Pubblicato il 10 Mar 2024

Sul nucleare italiano, dopo le numerose dichiarazioni favorevoli da parte di esponenti del Governo e di enti pubblici, inizia a muoversi qualcosa anche nel concreto. In particolare nei giorni scorsi Enel e Ansaldo Nucleare hanno siglato un accordo di collaborazione per esaminare e valutare nuove tecnologie e modelli di business per la produzione di energia dall’atomo, come gli Small Modular Reactor (SMR) e gli Advanced Modular Reactor (AMR), e la loro applicabilità industriale. Come noto, si tratta di reattori innovativi di ultimissima generazione, alcuni dei quali ancora in fase di sviluppo, concepiti per produrre energia elettrica da fonte nucleare in modo sostenibile ed economico, con un più elevato grado di versatilità e flessibilità in fase di esercizio, rispetto ai tradizionali grandi impianti atomici. In questo senso, ad esempio, va l’attività della scale up italo-inglese Newcleo, che abbiamo raccontato in questo articolo.

Cosa prevede l’accordo

In particolare, la partnership è finalizzata a esplorare le prospettive di queste due tecnologie di frontiera, analizzandone in particolare le opportunità in chiave industriale. L’accordo, infatti, prevede che, oltre a valutare progressivamente il grado di maturità dei nuovi reattori SMR e AMR e i relativi ambiti operativi, le due società costruiscano un percorso comune in cui l’analisi, il monitoraggio e l’eventuale valutazione di iniziative congiunte concorrano a verificare l’effettiva applicabilità delle due tecnologie, con particolare attenzione al coinvolgimento della filiera di fornitura italiana.
Enel e Ansaldo Nucleare, che operano da diversi anni all’estero nel settore nucleare, fanno entrambe parte della Piattaforma Nazionale per un nucleare sostenibile (PNNS) istituita presso il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica proprio per studiare in maniera partecipata e collegiale una strategia nazionale per il settore.

WHITEPAPER
Come gestire un sistema idrico complesso: il caso acquedotto di Malta
Smart Grid
Smart metering
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5