Industria 4.0

Ansaldo Energia protegge le reti industriali con Kaspersky Lab

La convergenza delle reti IT e OT ha convinto il player dell’energia a puntare su una soluzione di cybersecurity capaci di proteggere gli endpoint industriali e garantire il monitoraggio puntuale

12 Mar 2020

Gli operatori del mondo dell’energia, da alcuni anni a questa parte, stanno investendo in maniera importante sulle nuove tecnologie digitali, in maniera tale da guadagnare in competitività e cogliere le opportunità su un numero più ampio di mercati. Questo comporta, molto spesso, l’adozione di tecnologie IoT, che comportano un certo grado di apertura dei tradizionali sistemi di fabbrica e una convergenza tra i mondi IT e OT (Operational Technology), di cui potrebbero approfittare i cybercriminali. Questo percorso di trasformazione è stato messo in atto da Ansaldo Energia,  uno dei principali player nazionali del settore power generation, con oltre 4.000 dipendenti, di cui 2.500 in Italia, soprattutto nell’ottica di avviare un percorso di manutenzione predittiva. Di conseguenza, la protezione dei dati e dei macchinari sta diventando un problema sempre più esteso e strategico: in quest’ottica Ansaldo Energia ha deciso di affidarsi alla società di cybersecurity Kaspersky Lab per la creazione di un modello capace di progettare un ecosistema dove qualsiasi cosa connessa attraverso la tecnologia sia protetta. In particolare, Ansaldo Energia ha implementato Kaspersky Industrial Cyber Security come soluzione di sicurezza informatica per le reti OT/ICT.

WHITEPAPER
Blockchain nel settore energetico: quali opportunità per lo scambio di energia P2P?
Blockchain
Utility/Energy

Inoltre, alla fine del 2019 Ansaldo Energia ha avviato l’implementazione di KICS for Networks e KICS for Nodes nelle proprie reti OT. Questi prodotti sono stati progettati specificamente per la protezione dei diversi livelli delle infrastrutture industriali, fra cui i sistemi di automazione SCADA, DCS, PLC, MES, postazioni di engineering e connessioni di rete.  Questo approccio prevede non solo la protezione degli endpoint industriali, ma anche l’uso di tecnologie di monitoraggio passivo per identificare le anomalie e rilevare possibili intrusioni nella rete. “Siamo partner di Ansaldo Energia da diversi anni ed essere stati scelti nuovamente per accompagnare l’azienda nel suo complesso percorso di digital transformation ci rende molto orgogliosi –  ha dichiarato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky – Quello dell’energia è sicuramente un settore strategico e necessita di un alleato in grado di garantire protezione su più fronti e noi siamo pronti a lavorare con Ansaldo Energia per proteggere la continuità e l’integrità dei processi tecnologici dell’azienda, consentendo il raggiungimento degli obiettivi desiderati in termini di maggiore efficienza e competitività”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5