Enel Green Power sceglie la sottostazione digitale di ABB per un mega impianto solare in Brasile

La soluzione di ABB consentirà di gestire al meglio l’intermittenza produttiva della fonte solare, grazie ai dati digitali a disposizione

19 Feb 2020

Importante commessa per ABB in Sudamerica, direttamente connessa alla digitalizzazione e all’espansione delle energie rinnovabili nella regione. Per la precisione, l’operatore italiano Enel Green Power ha scelto la sottostazione digitale di ABB per fornire energia solare pulita alla rete di trasmissione brasiliana a 500 kilovolt (kV) proveniente dal mega impianto solare fotovoltaico di São Gonçalo a Piauí, nel nord-est del Paese.

Le sottostazioni digitali sono concepite per offrire ai clienti maggiore controllo e affidabilità degli impianti,  sfruttando la rilevazione di dati digitali per trasmettere ininterrottamente informazioni sull’operatività e lo stato degli asset, in particolare permettendo una più facile integrazione delle fonti di generazione rinnovabili intermittenti come il solare. La particolarità di ABB è di utilizzare la fibra ottica al posto dei i cavi in rame, così da consentire operazioni più sicure in sottostazione, tempi di installazione più stretti e riduzione del costo totale d’impianto. Da un punto di vista tecnologico quella brasiliana sarà la prima sottostazione digitale al mondo in corrente alternata a 500 kV e andrà a supportare la maggiore installazione fotovoltaica del Paese. La prima parte dell’impianto, a 475 MW, è entrata in servizio lo scorso gennaio. Una volta completato, sarà in grado di generare oltre 1.200 GWh di energia solare pulita, abbattendo oltre 600.000 tonnellate di emissioni di carbonio all’anno.

WEBINAR
Gestione documentale digitale di ultima generazione: opportunità e benefici
Dematerializzazione

L’obiettivo di Enel Green Power, uno dei maggiori player globali dell’energia rinnovabile, ha scelto la soluzione di ABB per digitalizzare la gestione e i processi delle proprie risorse per migliorare l’efficienza energetica e ridurre i costi di manutenzione, incrementando l’utilizzo di soluzioni sostenibili. In particolare, la migliorata accessibilità ai dati di impianto consente alla utility di prendere decisioni più velocemente e di adottare soluzioni in tempo reale per far fronte all’irregolarità dell’energia prodotta grazie all’irradiazione solare.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5