Efficienza

Hera-Enea: sperimentato un progetto per la depurazione efficiente delle acque

Le due aziende hanno presentato Constance, un sistema in grado di ridurre di oltre il 30% i costi energetici e di gestione degli impianti di depurazione delle acque

31 Mar 2020

La depurazione e gestione delle risorse idriche rappresenta un’operazione fondamentale per le nostre società ma che, naturalmente, presenta dei costi da un punto di vista energetico. Per questo motivo  l’utility Gruppo Hera ed ENEA hanno avviato un progetto ribattezzato  CONSTANCE (COntrollo iNtelligente e geSTione Automatizzata per il trattameNto di aCque rEflue), un sistema in grado di ridurre di oltre il 30% i costi energetici e di gestione degli impianti di depurazione delle acque. La soluzione, che è già stata sperimentata con successo nell’impianto di depurazione di Hera a Granarolo dell’Emilia (Bologna) ed appare pronta alla fase di industrializzazione, si basa su tecnologie di machine learning ed è stata presentata in occasione della recente Giornata mondiale dell’acqua. Una soluzione che appare applicabile sia a impianti sia medio-piccoli (fino a 20mila “abitanti equivalenti”) che a quelli di grandi dimensioni.Più nel dettaglio, la principale innovazione di CONSTANCE risiede nella possibilità di utilizzare sensori affidabili a basso costo associati ad algoritmi di controllo, che consentono di gestire da remoto più impianti di trattamento e di stimare in tempo reale la percentuale di inquinanti in ingresso. CONSTANCE riesce così ad abbattere inquinanti come azoto e sostanza organica, permettendo la reimmissione di acque di buona qualità nei corpi idrici ricettori. Il progetto si inquadra nell’ambito delle attività dell’ENEA per ideare e realizzare città ‘intelligenti’ in grado di connettere strutture “orizzontali” (piattaforme ICT, cruscotti urbani, Support Decision Systems) e applicazioni “verticali” (smart home ed assisted living, smart buildings, smart lighting, sicurezza delle infrastrutture critiche, mobilità, fonti rinnovabili).

“Il Gruppo Hera pone l’innovazione tecnologica fra i pilastri fondamentali della sua strategia di gestione e sviluppo. Con tale presupposto, nel 2017 Hera ha sottoscritto con ENEA una Convenzione Quadro per la realizzazione di progetti di comune interesse finalizzati all’ottimizzazione dei processi nei sistemi di trattamento acque reflue e all’incremento dell’efficienza energetica –  dichiara Franco Fogacci, Direttore Acqua di Hera – . Il progetto sperimentale di test presso un impianto di depurazione gestito dal Gruppo Hera del controllore CONSTANCE di ENEA è frutto di tale collaborazione e permetterà ad ambo le parti di sviluppare ulteriormente il proprio know-how e trasferire in applicazioni reali a scala industriale le nuove tecnologie che consentono di migliorare le performance energetiche e di processo degli impianti di depurazione delle acque reflue, a beneficio dei cittadini e dell’ambiente. Il progetto in corso evidenzia l’importanza della partnership fra il Gruppo Hera ed ENEA in ottica sviluppo competenze e trasferimento tecnologico”,

FORUM PA 6- 11 luglio
Innovazione e trasformazione digitale per la resilienza. Scopri il nuovo FORUM PA digitale
CIO
Dematerializzazione

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

F
Franco Fogacci

Aziende

E
ENEA
H
Hera

Approfondimenti

A
acqua
D
depurazione
R
risorse idriche

Articolo 1 di 5