Fonti Rinnovabili

In Portogallo realizzato un impianto ibrido eolico-fotovoltaico

Il progetto è della utility EDP Renewables (EDPR), che punta alla realizzazione di impianti di questo tipo anche in Italia

Pubblicato il 23 Gen 2023

Eolico e fotovoltaico possono funzionare nel medesimo sito produttivo: lo dimostra la recente installazione della utility EDP Renewables (EDPR), che ha appena collegato alla rete portoghese il suo primo impianto ibrido internazionale, che combina la produzione di energia eolica con quella di energia elettrica in un unico sito. Secondo l’utility, l’ibridazione di asset preesistenti attraverso l’adattamento di tecnologie eoliche, solari e idriche è una delle principali vie di crescita del settore delle energie rinnovabili, che offre una serie di vantaggi: l’aumento dell’efficienza dei progetti, l’utilizzo e la cooptazione delle infrastrutture elettriche esistenti, una maggiore stabilità dei costi e un impatto ridotto sull’ambiente.

L’impianto solare di Mina de Orgueirel è stato inaugurato accanto al parco eolico di Mosteiro, nel comune di Sabugal, in Portogallo, con un collegamento diretto alla sottostazione, sfruttando appieno l’infrastruttura elettrica già esistente e creando un complesso ibrido per la produzione di elettricità. Più precisamente il nuovo impianto solare ha una capacità installata di 8,4 MW con oltre 17.000 pannelli solari bifacciali che sono in grado di catturare l’irraggiamento solare su entrambi i lati del pannello, massimizzando così la produzione di energia rinnovabile. Il parco eolico preesistente ha invece otto turbine e una capacità installata totale di 11 MW; il progetto ibrido è in grado di produrre fino a 39,5 GWh all’anno, sufficienti a fornire energia rinnovabile a oltre 30.000 persone nel corso di un anno. Il complesso ibrido contribuirà inoltre a prevenire l’emissione di circa 18.000 tonnellate di CO2 all’anno.

” La messa in funzione del primo parco ibrido eolico/solare di EDPR riflette il nostro spirito pionieristico e innovativo, nonché l’approfondimento del nostro impegno per la transizione energetica all’interno delle nostre regioni di attività principali. Grazie a questo approccio ibrido, saremo in grado di aumentare la quantità di elettricità prodotta nella regione e di ridurre al minimo l’impatto delle nuove imprese nel settore delle energie rinnovabili, massimizzando l’uso delle infrastrutture preesistenti. Intendiamo continuare a investire nell’ibridazione dei parchi in portafoglio, sia in Portogallo che in altre regioni con un forte potenziale di sviluppo”, afferma Duarte Bello, direttore esecutivo di EDPR per l’Europa e l’America Latina.

In particolare, attualmente EDPR ha oltre 1600 MW di progetti ibridi per queste tecnologie in Spagna e Portogallo che sono in fase di studio o di sviluppo. EDPR punta anche a realizzare progetti di questo tipo anche in altri Paesi europei, tra cui l’Italia, così come in Nord e Sud America.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5