Fonti Pulite

Plenitude (Eni) investe nell’eolico galleggiante

Il gruppo ha annunciato l’acquisizione di una quota del 25% della società spagnola EnerOcean, che ha messo a punto una tecnologia innovativa

28 Apr 2022

Un nuovo importante investimento in una tecnologia chiave per lo sviluppo dell‘eolico offshore, che recentemente ha visto l’inaugurazione del primo parco italiano. Plenitude (Eni) ha annunciato un investimento in EnerOcean, una società spagnola che sviluppa W2Power, una tecnologia per impianti eolici galleggianti, puntando a diffonderla nei mercati globali. Da un punto di vista tecnologico, grazie a due turbine eoliche montate sulla stessa piattaforma galleggiante e rivolte secondo la direzione prevalente del vento, W2Power si caratterizza per un elevato rapporti potenza-peso, consentendo così una riduzione significativa dei costi unitari dell’energia prodotta rispetto ad altre tecnologie. Di recente è stata completata con successo una sperimentazione prototipale in mare aperto nelle acque spagnole, risultando così la prima soluzione multi-turbina al mondo a raggiungere un tale livello di maturità. Plenitude contribuirà al programma di sviluppo di EnerOcean con capitali e competenze e deterrà inizialmente una quota del 25% della società, che continuerà a operare in modo indipendente.  Secondo Eni le soluzioni a fondazioni galleggianti consentiranno la diffusione dell‘eolico offshore nelle zone caratterizzate da acque profonde, inclusa gran parte dell’Europa meridionale.

“Per Plenitude investire in soluzioni tecnologiche innovative è essenziale, sia per sostenere il processo di transizione energetica intrapreso da Eni sia per raggiungere i propri obiettivi di lungo termine di oltre 15 GW di capacità installata di energia rinnovabile entro il 2030. Questo accordo dimostra la volontà di Plenitude di utilizzare le proprie competenze all’avanguardia a livello mondiale e le sue risorse nel campo dell’ingegneria offshore per sviluppare il potenziale dell’eolico galleggiante, che rappresenta una tecnologia importante in tutto il mondo per il processo di decarbonizzazione, la sicurezza dell’approvvigionamento e la sostenibilità. Continueremo a lavorare con EnerOcean e altri partner tecnologici per contribuire ad accelerare la diffusione della tecnologia eolica offshore galleggiante”, ha evidenziato Stefano Goberti, Amministratore Delegato di Plenitude.

Sulla stessa linea Pedro Mayorga, Amministratore Delegato di EnerOcean: “Siamo rimasti colpiti dalle competenze di Plenitude che si è occupata per diversi mesi della validazione tecnologica di W2Power. Plenitude e le sue società hanno dimostrato una profonda conoscenza di tutti gli aspetti fondamentali di questa tecnologia e la loro valutazione del nostro lavoro di oltre 10 anni è stata puntuale e corretta. EnerOcean è lieta di avere accesso alla grande esperienza di Plenitude e del suo azionista Eni. Con il loro supporto, sono sicuro che potremo portare a termine gli ambiziosi piani previsti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
Eni

Approfondimenti

E
eolico
R
rinnovabili

Articolo 1 di 4