Stoccaggio

Socomec sperimenta lo stoccaggio mobile dell’energia

In occasione della gara “500 Nocturnes” un veicolo, alimentato dalla soluzione ESS mobile di Socomec, ha effettuato alcuni giri di prova

03 Mar 2020

La prossima frontiera del mondo dell’energia è rappresentata dallo stoccaggio mobile: ne è convinta Socomec, che ha recentemente presentato il suo progetto demo di e’car, in occasione della gara “500 Nocturnes”.  Questo veicolo, alimentato dalla soluzione ESS mobile di Socomec, ha effettuato alcuni giri di pista dimostrativi durante le prove. Il progetto, condotto in partnership con E’nergys, IBS e Pegasus Racing, punta a consentire la ricarica rapida dei futuri veicoli elettrici da corsa tramite l’utilizzo di soluzioni di stoccaggio di energia pulita. Ma oltre allo sport  – che comunque ad esempio a fatto da volano al miglioramento delle prestazioni delle auto elettriche – la stazione mobile di stoccaggio dell’energia potrebbe avere ulteriori applicazioni: siti isolati, gestione di eventi sportivi e culturali, fiere, cantieri, interventi di emergenza, ma anche per la limitazione degli impatti legati all’intermittenza delle energie rinnovabili. A differenza dei tradizionali gruppi elettrogeni, alimentati spesso a gasolio, il vantaggio sarebbe importante anche da un punto di vista ambientale. Socomec è attiva dal 2011 nello sviluppo e progettazione di soluzioni fisse di stoccaggio di energia, alcune all’interno di progetti-pilota europei (Nice Grid e Nice Smart Valley), potendo cantare un record mondiale di autonomia di 10 ore di funzionamento in isola.

WHITEPAPER
Come proteggere gli smartphone dai malware?
Mobility
Cybersecurity

“Raccogliamo una sfida: quella di realizzare una stazione mobile di stoccaggio dell’energia, novità assoluta al momento. Facciamo leva sulle nostre competenze: comprovata esperienza, sistemi affidabili e capacità di adattare le nostre tecnologie a situazioni molto esigenti. Affrontiamo infatti la necessità del trasporto di batterie pronte all’uso, cosa impossibile oggi con le batterie a ioni di litio tradizionali, grazie alla nostra partnership con la società IBS, specializzata in questo settore”, ha commentato Ivan Steyert, AD di Socomec.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

I
Ivan Steyert

Aziende

S
Socomec

Articolo 1 di 5